La Finlandia d'Italia

Il magnifico panorama di Marcesina.

Per presentare la Piana di Marcesina non servono di certo le parole: è sufficiente guardare due o tre fotografie per capire tutto… la Finlandia d’Italia per l’appunto e non a caso, dato che in questo spazio aperto d’inverno si snodano i 100 km e più di piste del Centro Fondo Enego-Valmaron. Le temperature della piana sono famose anche per i loro record: -34 gradi centigradi toccati una notte di pochi anni fa… e comunque di giorno, specialmente d’estate, incredibilmente ritornano ad essere piacevoli. Nei mesi più caldi si può arrivare anche a 25 gradi per poi riscendere di molto durante la notte.

La torbiera Palù di San Lorenzo.

Marcesina è amata da tutti, da molti anni: le malghe, le mucche al pascolo, i caratteristici casonetti in legno, le torbiere dove vivono le rare piante carnivore e il particolare panorama donano un’aurea di misticismo a questo luogo del territorio eneghese. La piana offre mirabolanti spettacoli con il cambiare del meteo: dopo una pioggia copiosa possiamo scoprire addirittura dei laghetti, dopo un temporale estivo possiamo sicuramente vedere più arcobaleni assieme, negli immensi prati assolati possiamo trovare varie specie di funghi: le gustose mazze di tamburo, i prataioli. E nei boschi che la circondano da tutti i lati troviamo il porcino di Marcesina: il fungo per eccellenza, oltre che a tutte le altre specie più o meno famose… per non parlare poi di flora e fauna, con le loro rarità e diversificazioni. Importantissimi anche i fossili, millenari testimoni di antiche glaciazioni. Ma la magia della piana e dei suoi angoli nascosti è anche lo scoprire sentieri e boschi selvaggi, come quello della Valgadena, con i suoi strapiombi, o avventurarsi nei particolari paesaggi di tutta la parte alta come il famoso labirinto di roccia dei Castelloni di San Marco.

 

Marcesina è inoltre conosciuta dal mondo del cinema: numerosi i registi che amano la Piana e che l’hanno scelta per i loro lungometraggi (I Piccoli Maestri - un film di Daniele Luchetti, 1998 – Tartarughe dal Becco d’Ascia - un film di Antonio Syxty, 1999 - Il Grande Sole Rosso - un film di Stefano Pozzan, 2010) ed è infatti segnalata da Veneto Film Commission come location ufficiale appunto per la sua rara bellezza.

Panoramica invernale da Marcesina di Sopra.

Non è tuttavia possibile terminare questo testo senza nominare il cielo della Piana di Marcesina: tutti dovrebbero avere la fortuna di vedere con i loro occhi ciò che diventa visibile in una notte d’estate guardando verso l’alto. La nostra galassia: la via Lattea o meglio, la sua parte visibile, diviene chiara e limpida. Ci si rende conto di trovarsi dentro a qualcosa di immenso. Non si può descrivere ne a parole ne in foto! E’ solo da vedere!

La fitta e selvaggia Valgadena.

La magia di San Lorenzo.

Con il patrocinio del Comune di Enego

enegonatura.it - info@enegonatura.it - Tutti i diritti sono riservati - informativa privacy